Sosta nei bar delle eccellenze dove l’etichetta è anche atmosfera

Dic 13, 2021 | News

Dalla storica Grapperia Nardini a Bassano del Grappa all’ultimo progetto Aperol a Venezia, dall’iconico Camparino a Milano fino alla Tassoni di Salò e ai Masi Wine Bar di Cortina e Monaco.

Italia, patria di vini e di liquori. Molti sono diventati famosi in tutto il mondo, icone di uno stile e di un “saper vivere” tutto nostrano. Dal Limoncello tanto amato dall’attore Danny De Vito – al punto di arrivare a produrselo direttamente in costiera amalfitana – ai vini pugliesi passione di Mark Zuckerberg. La nostra penisola è ricca di prodotti ad alta gradazione, divenuti ormai simbolo dell’eccellenza italiana e capaci di conquistare i consumatori di tutto il mondo. Un riconoscimento internazionale che ha spinto molte aziende del settore vino e spirits ad aprire locali dedicati ai propri brand di punta, dove vivere un’esperienza diretta con i valori e lo stile che li contraddistinguono. Eccone alcuni da visitare per un’avventura immersiva a 360 gradi.

Terrazza Aperol a Venezia

Tradizione e contemporaneità si fondono nel progetto di interior design curato da Vudafieri-Saverino Partners per il primo locale targato Aperol aperto in Campo Santo Stefano. Un locale di oltre 200 mq – di cui 90 mq in esterno – situato a pochi passi dal Ponte dell’Accademia. Il progetto si ispira e rivisita il tradizionale bacaro – la tipica osteria veneziana – proponendo un locale di impronta cosmopolita, in un continuum fluido fra ambientazioni dal differente carattere, tra interni ed esterni. Capace di interpretare in un solo gesto sia l’eredità lunga un secolo che la natura contemporanea dell’aperitivo con Aperol Spritz. Un rito che – partito proprio dalle calli veneziane – si è imposto nel mondo come un momento di socialità e condivisione. In omaggio al colore iconico del marchio, sono molteplici i dettagli arancioni che caratterizzano l’atmosfera estetica del locale: dai bordi delle sedute al bagno total orange, dalle mensole agli specchi. Un vero e proprio “fil orange” unisce i diversi ambienti, conferendo al locale un tocco distintivo.

Masi Wine Bar a Monaco

Dopo quello a Cortina il Masi Wine Bar “Al Druscié” nella sua spettacolare terrazza vista piste a quasi 2000 mt. di altitudine, raggiungibile alla prima fermata della cabinovia Tofana Freccia nel Cielo, ha aperto a Monaco di Baviera il nuovo locale monomarca a insegna “Masi Wine Bar Munich”. La location scelta è il noto address “Campari Haus”, in Maximilianstrasse, l’esclusiva via dello shopping di lusso costellata di eleganti edifici del XIX secolo. La Masi Wine Experience – progetto di ospitalità di Masi Agricola, società quotata all’Aim Italia, tra i leader italiani nella produzione di vini premium – si arricchisce così della sua ottava location a connotazione internazionale che unisce la convivialità italiana, l’apprezzamento per il buon vino e la gastronomia a un contesto raffinato e glamour. La carta vini spazia tra le oltre 50 etichette della cantina veneta, tra cui una collezione di Amarone d’annata, che l’ospite può abbinare ai piatti del menu ispirati alla tradizione veneta. Agli ambienti interni si aggiungono quelli del plateatico affacciato su Maximilianstrasse e il giardino interno. Il design è dell’architetta Giovanna Mar.

Grapperia Nardini a Bassano del Grappa

La Grapperia Nardini è un indirizzo cult per i bassanesi e i molti altri che vi si fermano per un aperitivo. Nei due piani sotto ci sono la distilleria di un tempo e alcune botti. Sede storica della Nardini, la più antica distilleria d’Italia e l’unica originaria di Bassano, la Grapperia sul Ponte è un luogo dal grande fascino che dal 1779 ha visto susseguirsi i grandi cambiamenti della storia d’Europa. Annoverata fra i Locali Storici d’Italia, la Grapperia Nardini a Bassano del Grappa, affacciata sul fiume Brenta, è rimasta immutata nel tempo e regala ancora oggi un’atmosfera unica per vivere un aperitivo sorprendente. Un luogo trasversale e vivace dove bassanesi e turisti si incontrano per assaporare la magia di un prodotto, di una storia.

Drink firmati Tassoni a Salò

Situato nel centro di Salò, il flagship Tassoni sulle Rive del Garda è a pochi minuti dalla sede dell’azienda Cedral Tassoni. Propone i propri cocktail in degustazione e tutta la gamma di soft drinks, sciroppi e spirits per l’acquisto. Alle pareti, i manifesti storici… per un drink dal sapore vintage. Il locale è stato inaugurato nel luglio 2014 facendo scoccare subito la scintilla tra i consumatori, che prediligono la purezza a filiera corta di prodotti tipicamente gardesani: i Tassoni Lovers e i turisti che ogni anno visitano la cittadina del Lago di Garda. Rimangono affascinati quando il barman racconta che Tassoni ha più di 225 anni di storia tutta Made in Italy, che la Cedrata ha una ricetta segreta con la prima produzione del 1956 e l’iconicità della bottiglietta che riprende la buccia del cedro. Il cocktail più richiesto è l’ AperTass (Aperitivo – Tassoni), l’aperitivo tutto italiano che nasce dall’iconica Cedrata e dal Cedral Bitter Tassoni.

Camparino, l’aperitivo dal 1915

Immancabile il locale storico in Galleria dedicato all’aperitivo italiano per eccellenza. Un rito tutto nostrano, un luogo unico al mondo per celebrarlo, nel cuore di Milano: icona dell’animo cittadino con il suo eterno mix tra tradizione e innovazione. Oltre ai cocktail e all’elegante atmosfera di questo locale storico, c’è molto di più: un passato e un’eredità che sono indissolubilmente intrecciati con la storia del capoluogo lombardo e con i movimenti artistici e culturali del ‘900. Fu un luogo di ritrovo per intellettuali e celebrità che, tra un Campari e l’altro, si incontravano per discutere di politica e cultura. Verdi e Puccini e i futuristi Marinetti e Boccioni, Arrigo Boito e altri esponenti del movimento della Scapigliatura erano assidui frequentatori del locale.

Locali storici d’Italia  – Rassegna Stampa: 10/12/21 – Il SOLE 24 ORE